terça-feira, 18 de agosto de 2009

gregory hunter 2001-2002 capas de gibi em italia ficçao cientifica



















HANNO SCRITTO DI GREGORY mais um personagem da editora de sergio bonneli

IL MIO HUNTER SULLE TRACCE DI FLASH GORDON, di Giuseppe Cozzolino. Intervista a Antonio Serra apparsa su Il Mattino, 12 maggio 2001: "Gregory Hunter è un prodotto che nelle intenzioni dell’autore dovrebbe resuscitare la grande tradizione dell’avventura pulp e space-opera in voga nelle riviste e nelle pellicole degli anni `30-`50, priva di orpelli e fronzoli psicologici".

HUNTER IL RANGER DELLO SPAZIO, di Emanuele Rebuffini. Articolo apparso su Il Mattino, 20 marzo 2001: "Se è vero che sia Gregory che Nathan vivono nel futuro, con Hunter ci troviamo di fronte a una fantascienza non realistica, ma avventurosa. Non più megalopoli come tetre tuberie, non più eroi crepuscolari, musoni e nostalgici del passato, ma azione e ironia".

UN HUNTER CLASSICO E SPAZIALE, di Umberto Folena. Articolo apparso su Avvenire, 16 marzo 2001: " Gregory Hunter segna un deciso cambio di direzione. Basta con gli eroi crepuscolari e problematici come Dylan Dog, introversi e tormentati come Nathan Never. Eroi ricchi di rimandi letterari e dalle location quasi maniacali. Fine con il loro `realismo´. In un certo senso si va avanti guardando indietro, allo spensierato fumetto classico. Tornano perfino le didascalie. E le storie che abbracciano più albi, fino a tre."

C’È UN NUOVO RANGER CHE LOTTA E VIAGGIA NELLO SPAZIO, di Silvano Mezzavilla. Articolo apparso su Il Mattino di Padova, 9 marzo 2001: "Il futuro, in Gregory Hunter, diviene metafora del nostro passato e del nostro presente, in quanto contiene ancora i semi di quella violenza che non ha mancato di segnare tutto il corso dell’umanità".

HUNTER, NUOVO EROE IN CASA BONELLI, di Piero Zanotto. Articolo apparso su Il Gazzettino, 9 marzo 2001: "È un ritorno al fumetto classico, col recupero delle didascalie di raccordo narrativo scritte a mano care al fumetto di quegli anni, però senza nostalgie, condita anche di pazzo humour. Una sorta di fumetto `utopico´. Guardando un po’ al Corto Maltese di Pratt ma anche ai Fantastici Quattro di Jack Kirby".

HUNTER, IL TEX WILLER DELLE GALASSIE, di Matteo Maresi. Articolo apparso su Carnet, marzo 2001: "Le storie non finiranno a pagina 98. Lì troverete scritto "continua", e lo stesso varrà per tutti quanti gli albi. Perché così era e così deve essere per l’eternità:… I fumetti! Un western spaziale a base di avventura, la serie, ambientata in un 2000 avveniristico come lo immaginavamo negli anni `60 è incentrata sulle avventure di Gregory, ex pirata spaziale arruolato nel corpo dei ranger dello spazio".

Nenhum comentário:

Postar um comentário